sabato 6 aprile 2013

tre libri tre.

In quest'ultimo periodo mi sono rifugiata molto nei libri. Lo faccio sempre, ma ci sono dei periodi particolari (come quelli durante una crisi politica) in cui scappo proprio in un'altra dimensione. Mi basta aprire un libro e sono subito più tranquilla. Come alcuni riff guariscono le ferite, tutte quelle parole da scoprire, una dopo l'altra, mi aiutano a riprendere il ritmo giusto della vita.
Oggi vi propongo tre libri che ho adorato, hanno tutti una cosa in comune, vediamo chi la trova :)

Agatha Raisin e la quiche letale (M.C. Beaton)

Più riguardo a Agatha Raisin e la quiche letale



















Questo libro, che sembra ambientato nel Midsomer (chi guarda l'ispettore Barnaby sa), non potevo lasciarmelo scappare. Agatha (come la Christie), la protagonista, dopo una vita di duro lavoro a Londra scappa verso i Cotswolds (che sono una pittoresca area collinare di interesse naturalistico del Regno Unito) dove ha comprato un cottege e dove medita di passare la sua pensione. Ma non è poi così semplice passare da Londra alla campagna e Agatha si troverà invischiata in una morte misteriosa e tanti misteri da risolvere. Ho adorato questo libro che si legge tranquillamente in un paio di giorni. La scrittura è semplice e accattivante, Agatha è caratterizzata benissimo ed è uno di quei personaggi a cui ci si affeziona subito, soprattutto per i suoi (evidentissimi) difetti. Fortunatamente Agatha Raisin è protagonista di più di un libro. E poi, non è meraviglioso finire la giornata leggendo di essere qui?



Tre uomini in barca  (di J.K. Jerome)

 Più riguardo a Tre uomini in barca
Chi non ha ancora letto tre uomini in barca alzi la mano. E dopo averlo fatto rimedi subito.
Questo è uno tra i miei libri preferiti. E lo rileggo spesso, soprattutto nei momenti in cui vorrei essere in vacanza. Non appena lo inizio eccomi là sul tamigi, tre uomini, una barca e Montmorency.
Lo spasso è assicurato!


Il seggio vacante
Di J.K.Rowling


Più riguardo a Il seggio vacante
Non so se lo sapete ma io sono un'accanita fan di Harry Potter. E quando ho visto l'uscita del nuovo libro della Rowling sono stata entusiasta. Però poi, lette le recensioni su anobii, non l'ho aperto fino a settimana scorsa. Penso che il problema di alcuni lettori sia stato quello di cercare in questo libro qualche traccia della Rowling Potteriana. Qualcosa c'è. La maniacale descrizione e la caratterizzazione psicologica dei personaggi, per esempio, era già apparsa negli ultimi libri della saga. Ma questo è un libro per adulti, impietoso, a volte drammatico, a volte divertente. I gufi e il quidditch sono lontani anni luce, così come la strenua lotta del bene contro il male. Cosa può succedere nel consiglio comunale, alla morte di un consigliere, in un paesino della campagna inglese? E che tipo di reazioni può scatenare, questa vacanza, nella popolazione?

6 commenti:

  1. Sono in carenza di titoli, in questo periodo, per cui me li segno tutti e tre. Il primo, hairagione, come si può non sognare di essere lì, anche solo per mezz'ora e grazie ad una lettura? Il secondo è un capolavoro ed è parecchio che non lo rileggo più, riguardo il terzo, perchè no? Anche io ho amato molto la saga, ma mi piacerebbe leggere altro della medesima autrice. Io ti lascio un suggerimento: "Nudi e crudi" di Alan Bennett, uno scrittore inglese che ho scoperto di recente. Un piccolo perfetto capolavoro da leggere in due orette, un racconto lungo: ne vale la pena.
    Mi è venuto in mente che tra poco compio gi anni...giro a chi di dovere i titoli.
    Ciao!

    RispondiElimina
  2. @PaolaeMargherita: Se clicci sul tag libri trovi altri titoli che ho inserito sul blog. Dato che ti devono fare dei regali... :)

    Ti ringrazio per il consiglio. Proprio di Alan Bennet sto leggendo ora: "la sovrana lettrice". Metto subito in coda "Nudi e Crudi".

    Che bello questi scambi di lettura via blog! Grazie!!

    RispondiElimina
  3. io adoro, i libri gialli, o con un linea di giallo, che inseriscono il cibo nella trama, ed ancora di più nel titolo!
    non conosocevo beaton, ma l'ho subito scaricato sul mio kindle.

    se ti piace distrati con la lettura, ti segnalo (ma sicuramente già la conosci) Fannie Flagg: Torta al caramello in Paradiso, Hamburger e miracoli: Sulle rive di Shell Beach, Pane cose e cappuccino: dal fornaio di Elmwood Springs, ed il celebre Pomodori verdi fritti alla fermata del treno.

    RispondiElimina
  4. Grazie mille Barbara, segnati tutti!
    Vado subito in cerca!

    P.s. non conoscevo nessuno di questi libri, a parte Pomodori verdi :D

    RispondiElimina
  5. agatha raisin è diventata il mio mito nel giro di qualche tua frase. la metto nella lista dei desideri di anobii, e i cotswolds nella lista dei desideri dei viaggi. viva le location inglesi, troppo perfette per tanti romanzi che ho amato e per i prossimi che amerò presto!!

    RispondiElimina
  6. @lilly: se hai qualche libro da consigliarmi con location inglesi... Sono tutta orecchie! In questo momento vorrei tanto essere li! :)

    RispondiElimina