mercoledì 8 settembre 2010

my x-factor (mini) baktus.

Sai contare fino a 4?
Sai fare il dritto?
Vuoi imparare ad aumentare ed a diminuire i punti?

Se hai risposto sì alle domande sei pronta per baktus(*)scarf!

Baktus è una sciarpa tanto semplice quanto geniale. Lo scopo e sferruzzare un triangolone a legaccio usando tutta il filato a disposizione. Basta iniziare lo schema di aumenti e continuare fino ad aver consumato metà lana per poi iniziare con le diminuzioni fino a terminare con l'altra punta (e se avete fatto i conti esatti avrete terminato tutta la lana). E questo è tutto gente! Possiamo così riportare in auge gomitoli avanzati dimenticati nel cestino da anni, unire diversi colori...
[Se invece preferiamo farla in maglia rasata avremo una Karius(*)scarf.]

Guardate un po' tra i progetti di rav.. ce ne sono di bellissime!

@fuzzyfeeling

@makeyouahaiku
 
@ OneFlewOver

[e tantissime altre.. qui]

E poi è semplicissima da fare, perfetta per sferruzzare in multitasking con qualsiasi altra cosa. Io per esempio ieri sera sferruzzavo guardando x-factor.
E il risultato è questo (ahem.. dà dipendenza)


(*) Baktus e Karius sono due personaggi di una favola norvegese per bimbi, scritta e disegnata da
Thorbjørn Egner.

14 commenti:

Helena ha detto...

stu-pe-nda! perchè forse riesco a farcela anch'io a farla! conosco da poco ravelry ma pian piano mi sta coinvolgendo, e poi in questi giorni ho voglia di farmi tante sciarpe per l'inverno! grazie per l'idea di questa sciarpa e complimenti, sei sopravvissuta alla serata di x-factor, io ho guardato Katy Perry e poi sono scappata! ciao ciao!

alez ha detto...

Stavo proprio meditando di farmene uno anch'io, forse però opterò per il Karius, troppo legaccio mi stomaca un po', forse facendolo a righette..... Bella l'idea del bicolore a triangoli. Anch'io ho sferruzzato davanti a X-factor lo confesso, devo finire un saddle shoulder interminabile...

Trasparelena ha detto...

eccomi con la domanda da ignorantona:
anzi due domande!
1) con quanti punti si inizia?
2) ma si aumenta ogni 4 righe?
(ho letto su raverly ma con i pattern in inglese ho sempre il dubbio di aver capito male)
grazie
ah aggiungo: secondo te se lo faccio di cotone come viene?

elena ha detto...

Ne ho fatto uno anch'io, ma mini mini perché avevo proprio poca lana. E' stato velocissimo e il risultato decisamente piacevole. Penso che ne farò ancora.
Elena

AbcHobby.it ha detto...

ma tu cosi ci tenti.... sferruzzatrice tentatrice ^_^
ora sono in ballo con il bsj (baby surprise jacket) lo trovi su ravelry. una vera bomba!! va avanti che è una meraviglia!!
in questo modo prendo due (anzi tre) piccioni con una fava:
- fare questo bsj che è una vita che mi incuriosisce
- cimentarmi con gli schemi in inglese
- fare un regalo a un piccolo bimbo che nascerà a dicembre

baciotti eli

Lilly ha detto...

Ho mai detto quanto mi piace il legaccio?!?no??
Bella mi piace la sciarpa,la sua semplicità e ovviamente il legaccio ;)!!!

Moira ha detto...

Messa tra i Fave ... ne sto accumulando decisamente troppi :P

stefi85 ha detto...

bella! forse riuscirei a farla.. ma coi ferri dritti si può fare? bacioni! stefi

marisa ha detto...

¡Me encanta ese patrón! Tiene todas las papeletas para ser uno de mis proyectos tejeriles este invierno. Besos.

SusinaPenelope ha detto...

favola norvegese? devo assolutamente farne uno anch'io :-)
susina

reby ha detto...

Il legaccio non è proprio la mia passione, ma l'effetto finale è bellissimo (e facilissimo)!!!! Magari provo quello lace... oddio 'sto in fissa!!!

Ekeloa ha detto...

Io ne feci un Baktus l'anno scorso per imparare il continental e consumare un gomitolone di acrilico :)

E' bellissimo e iper-customizzabile!

madebykate ha detto...

avevo letto questo articolo e mi ero ripromessa che una volta fatti i primi passi nel mondo della maglia, questo sarebbe stato il mio progetto per imparare aumenti e diminuzioni.
grazie del consiglio...ora che sono pronta, mi metto al lavoro
buona domenica
kate

Idee nel gusto ha detto...

Ma che bello questo blog...io adoro lavorare ai ferri ti seguo..ciao a presto Lia